Servizi

.




.

La consulenza psicologica

La Consulenza psicologica consiste in un intervento breve (generalmente di pochi colloqui) che può rivolgersi a una singola persona, alla coppia o alla famiglia.

Riguarda l'ascolto, la definizione del problema e la valutazione, necessari alla formulazione dell'eventuale successiva diagnosi.

In questo ambito, generalmente, vengono affrontati temi legati a difficoltà temporanee, a disturbi di lieve entità o a disagio nelle relazioni, difficoltà di rapporto fra genitori e figli, problematiche psicoeducative, ed ha molto spesso un carattere essenzialmente informativo.

Il sostegno psicologico

Il sostegno psicologico è una funzione di tipo supportivo alla tenuta delle condizioni di benessere della persona, della coppia, del gruppo o di una istituzione.

Può essere effettuato individualmente o in gruppo, quando più persone condividono le stesse difficoltà o un'identica situazione personale.

Il sostegno psicologico è un intervento il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita dell'individuo e degli equilibri adattivi nelle situazioni (di salute e di malattia), nelle quali ciò si rileva opportuno, sviluppando e potenziando i punti di forza delle persone, facendo un bilancio delle risorse, dei bisogni e delle aspettative del soggetto, nonchè delle richieste e delle risorse dell'ambiente.

Il sostegno psicologico realizza interventi diretti e mirati ad ottimizzare ogni tipo di relazione affettiva, adeguando la percezione del carico delle responsabilità e sviluppando le reti di sostegno e di aiuto nelle situazioni di disabilità o disagio psichico.

Il sostegno psicologico può essere molto utile anche alle persone vicine all'individuo afflitto da problemi psicologici, come il partner, il coniuge, i familiari, i parenti, gli amici, etc., facilitando anche in loro maggiore chiarezza ed analisi logica e pratica circa il disagio psicologico della persona cara, e quindi favorendo la loro personale riorganizzazione interna ed esterna nei rapporti con essa.

La psicoterapia

La psicoterapia consiste nell'incontro con un professionista che, conoscendo il funzionamento della mente umana, delle relazioni fra le persone e nei gruppi e le manifestazioni psicopatologiche, si pone in una condizione di ascolto, di apertura nei confronti del paziente, per conoscerlo e per guardare insieme a lui la sua vita, fornendogli una visuale aggiuntiva di essa. La relazione che si crea tra queste due persone è autentica e spontanea e si pone come l'elemento centrale per comprendere ciò che avviene fra la persona e gli altri significativi nella sua vita. Qualunque sia il modello di intervento il fulcro del processo terapeutico è che la persona arrivi ad ottenere una diminuzione di eventuali sintomi psicopatologici, una nuova immagine di sé, a comprendere i sentimenti verso sé stesso e gli altri e ottenere una trasformazione che migliori la sua tolleranza agli eventi della vita e la capacità di trarre piacere da essa.

L'intervento psicoterapeutico non ha una durata prestabilita: questa varia secondo le persone,

il tipo di problema e i personali ritmi di maturazione e trasformazione. 

La psicoterapia può svolgersi con sedute individuali, di coppia, familiari o di gruppo, secondo le richieste, la tipologia di problema che emerge o le necessità strategiche di intervento. 

Oltre ai colloqui clinici, nel caso in cui siano presenti sintomi di elevata gravità (ansia acuta, depressione, deliri, allucinazioni, eccessiva elevazione dell'umore) può essere necessario l'ausilio di una terapia farmacologica, adeguatamente prescritta da uno psichiatra. 

La terapia farmacologia non si sostituisce al lavoro psicoterapeutico, ma lo affianca per permettere alla persona di portare avanti le normali attività della vita quotidiana e di usufruire di tutte le sue risorse per affrontare il momento critico.